Thomas Jefferson Papers

To Thomas Jefferson from Philip Mazzei, 19 July 1804

19 Luglio, 1804.

Nelle mie 2 precedenti dei 15 e 25 del mese passato, preoccupato com’ero da interessantissimi soggetti, trascurai di ragguergliarla degli effetti dll’imtempestivo caldo in gennaio, Febbraio, e quasi ⅔ di Marzo, e del Freddo che successe. Il freddo continovò fino agli 8 di Maggio. Tutti i frutti avevano allegato senza [. . . .]arne i più tardivi, quando principio. Sei cartoni coi frutti le cime delle piante, alcune delle quali morirono, e tutte patirono. Le raccolte sono state generalmente scarse. La straviganza della stagioni è stata presso a poco uguale (per quanto sento) in tutta l’Europa, e gradirò di sapere se l’istesso c’è successo nell’America settentrionale. A Varsavia, dove la Vistula si traversa ogni anno per 5 mesi di Carri che portano pesi, enormi, principiò a gelare verso il fine di Marzo, ma non gelò a regno da poter sostenere un’uomo.   Mi confermo al solito, qual fui, sono, e sarò, usque ad mortem, non ultra, Sua &c.

It.

Index Entries